Usare dispositivi Near Field Communication per comunicare con i clienti

La NFC è una tecnologia che siamo ormai abituati ad usare tutti i giorni dai pagamenti al bar alla nostra carta d’identità

19 Aprile 2022 - Mauro Lattuada

#TAG
usare NFC Near Field Communication perche piu digitale

La  Near Field Communication (NFC) è una tecnologia che siamo ormai abituati ad usare tutti i giorni: dai pagamenti al bar alla nostra carta d’identità hanno fatto sì che questa tecnologia entrasse nelle nostre vite. Siamo abituati ad utilizzarla in maniera passiva ma esistono vari campi di utilizzo professionale che la rendono una tecnologia utile. Utile perché di facile fruizione, veloce e sempre più utilizzata. Innovativa perché rispetto ad altre soluzioni non richiede alimentazione, installazione o difficili configurazioni. Proviamo a capire meglio come funziona questa tecnologia.

Come funziona la  Near Field Communication

Un ricevitore NFC non ha bisogno di essere alimentato, il primo lato interessante di questa tecnologia. Si tratta di una resistenza che viene colpita dalle onde emesse dal nostro cellulare quando lo avviciniamo. Questo significa che possiamo mettere un ricevitore ovunque e basterà avvicinare il nostro cellulare per ottenere una risposta.

Questa risposta si traduce sostanzialmente in un link: questo link può aprire una determinata pagina nel browser o attivare una determinata applicazione. Così è possibile far compiere al nostro NFC una serie infinita di azioni, vediamone alcune:

Aprire un link su un sito

Il classico caso d’uso è quello della ristorazione: posizionato sulla base della lampada del tavolo permette al cliente di consultare il menù del ristorante avvicinando semplicemente il telefono. Altro caso d’uso sono le strutture esterne di un resort che possono sfruttare la presenza di un NFC per guidare l’utente sul sito nella sezione in cui si presenta quello specifico servizio. 

Aprire un link su un determinato social network

Altro caso d’uso può essere averlo vicino alla cassa invitando il cliente ad utilizzarlo per lasciare una recensione: potrà mettere like al nostro negozio e lasciare subito il suo giudizio

Aprire un istant messenger 

In caso di assenza all’entrata del negozio, esternamente, è presente un NFC che mette in contatto diretto e in tempo reale il cliente con chi gestisce l’attività. 

Far scaricare un biglietto da visita

Noi abbiamo un NFC attaccato sulla cover del nostro smartphone: avvicinandolo al telefono di un nuovo partner questo riceverà la nostra Vcard dettagliata con i contatti dell’ufficio e la nostra foto evitando così di sprecare carta. 

Aprire un link su un circuito e-commerce 

Il tag NFC può essere posto vicino ai prodotti esposti: l’utente indeciso può aprire la presentazione e vendita del medesimo prodotto sul vostro negozio Amazon o E.Bay perché possa acquistarlo in un secondo momento dalla piattaforma. Altro caso d’uso è averlo inserito nel manuale cartaceo di presentazione di più prodotti: il cliente che sceglierà così quale acquistare potrà farlo comodamente online dal suo telefono. 

Aprire un sistema di pagamento on-line:

Si può impostare il valore della merce esposta impostando un paypal.me per i prodotti che l’utente può così pagare da paypal senza aver bisogno di contanti o bancomat

Questi sono solo alcuni casi d’uso: la possibilità di puntare verso un link e, tramite appositi programmi per la gestione dei reindirizzamenti, apre alla possibilità di dare infinite funzionalità al nostro NFC: se inizialmente punterà ad una determinata funzione, ad esempio in occasione di una fiera in cui lo abbiamo usato inserito nella comunicazione cartacea, successivamente all’evento potremo farlo puntare ad un diverso link aggiornato rispetto le offerte che l’azienda veicola.

Che differenza c’è tra un NFC e un QRcode?

Più è semplice più verrà utilizzato: il QRCode, per quanto sempre più diffuso, prevede che l’interlocutore disponga di un telefono moderno perché possa essere gestito direttamente dalla fotocamera. Se ha un telefono più vecchio sarà costretto ad aprire un’app. In entrambi i casi gli dobbiamo far fare qualcosa “in più”: nel caso della NFC basta avvicinare l’apparato che reagirà di conseguenza al tipo di NFC.

Quanto costa un NFC?

Altro lato interessante è il bassissimo costo che ne permette una sempre più rapida diffusione. Le etichette, che vanno programmate attraverso un apposito strumento, si comprano a rotoli da centinaia. Il problema è, in base alla necessità scegliere l’opzione più adatta allo scopo. Noi ad esempio proponiamo ai ristoranti una soluzione chiavi in mano per il loro menù digitale avvalendoci di un prodotto pronto all’uso.

Posso configurare da solo un  Near Field Communication?

Esistono prodotti già pre configurati: molto costosi rispetto al prezzo del TAG, una soluzione adottabile per piccole unità. Se invece vuoi avere a disposizione tutta la potenza e flessibilità per un uso intensivo della tecnologia  Near Field Communication nel tuo progetto puoi contattarci per chiederci una consulenza per implementarlo.

Mauro Lattuada

Marketing advisor di Più Turismo mi occupo della progettazione delle soluzioni e supporto il team e il coordinamento delle risorse per la messa in opera dei piani marketing e dei progetti IT. Con più di 20 anni di esperienza nel settore Internet ho lavorato per Virgilio nella community e sviluppo nuove applicazioni per il web prima e nel settore sicurezza di una business bank successivamente, Mi occupo di progettazioni domotiche e di innovazione tecnologica progettando strutture videosorvegliate, sicure e controllabili da remoto.